× Home Audizioni e Concorsi Orchestre
Decreto Rilancio, i contributi per i lavoratori dello spettacolo

Roma, 14 mag 2020 -  Dal “Decreto Rilancio” varato ieri dal governo abbiamo isolato gli articoli riguardanti i contributi economici destinati ai lavoratori dello spettacolo, come anticipato scendono a 7 le giornate minime di contributi versati nel 2019 per averne diritto.


Art.89
Nuove indennità per i lavoratori danneggiati dall’emergenza epidemiologica da COVID-19

[…]

10. Ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo che hanno i requisiti di cui all’art. 38 del decreto legge del 17 marzo 2020 del 2020 n. 18, convertito con modificazioni nelle legge 24 aprile 2020 n. 27, è erogata una indennità di 600 euro per ciascuno dei mesi di aprile e maggio 2020; la medesima indennità viene erogata per le predette mensilità anche ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con almeno 7 contributi giornalieri versati nel 2019, cui deriva un reddito non superiore ai 35.000 euro. 

11. Non hanno diritto all'indennità di cui al comma 10 i lavoratori titolari di rapporto di lavoro dipendente o titolari di pensione alla data di entrata in vigore della presente disposizione. 

Le indennità di cui al presente articolo non concorrono alla formazione del reddito ai 
sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 e sono erogate dall’INPS in unica soluzione, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 3.840,8 milioni di euro per l’anno 2020. L'INPS provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i risultati di tale attività al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al Ministero dell’economia e delle finanze. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, non sono adottati altri provvedimenti concessori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA