× Home Audizioni e Concorsi Orchestre Shop
Arena di Verona, è salva la prima serata ma i sindacati valutano lo stato di agitazione

Verona, 4 giugno 2024 - Le maestranze dell’Arena di Verona Opera Festival attraverso i sindacati e il Coordinamento Unitario (formato da delegati dei professori d'orchestra, artisti del coro, tersicorei, maestri collaboratori, tecnici, impiegati e amministrativi) hanno comunicato che non metteranno in campo azioni di protesta che pregiudicherebbero l'evento del 7 giugno che si terrà all'Arena di Verona”. È il 7 giugno, infatti, la data dell'inaugurazione del 101° festival dell’opera di Verona con la serata "La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità”.
Il sindacato, tuttavia, resta mobilitato e dopo quella data valuterà "tutte le iniziative necessarie per accelerare il compimento dell'iter di validazione del contratto". Nell’incontro del 29 maggio al Mic, alla presenza del sottosegretario alla Cultura Gianmarco Mazzi, del direttore generale Spettacolo Antonio Parente e dell'ANFOLS, non è stata "garantita la data certa per la validazione del Contratto Nazionale sottoscritto dalle parti a fine 2023 a copertura del triennio 2019/2021, che interviene dopo 20 anni di assenza di rinnovo”.
Per questo motivo il sindacato ha deciso comunque di valutare la necessità di mantenere lo stato di agitazione proclamato il 22 maggio 2024.


© RIPRODUZIONE RISERVATA